Egregio signor Tropeano mi preme inviarLe un’altra lettera per ringraziarLa ancora della sua cortesia, e ci tengo a precisare che Lei non è stato inopportuno in alcun modo; al contrario la tempestività e la bravura dei vostri collaboratori e del vostro servizio ha fatto si che io abbia potuto riabbracciare mio padre almeno un’ultima volta prima che i medici lo sedassero; purtroppo poi da tale sonno non si è mai più risvegliato. Le parole che io e mia madre spendiamo nei Vostri confronti, con tutti coloro a cui raccontiamo i dettagli della nostra disgrazia, sono solo per elogiare le qualità professionali ed ancorpiù umane dei facenti parte della vostra compagnia.
Cordialmente.

Go Top